Da quando è uscita la prima auto con motore ibrido se ne era parlato molto: il rumore del motore elettrico è praticamente inesistente. Qualche volta, poi, è capitato a tutti di notare una vettura passare senza fare alcun suono e pensare sia pericoloso.

Proprio per motivi di sicurezza, le vetture realizzate in Europa a partire dal primo luglio 2019, dovranno emettere un suono particolare per avvisare i pedoni del loro passaggio. Il particolare suono sarà attivato dalla vettura nel momento in cui la velocità scende al di sotto dei 20km/h.
La norma (chiamata ECE R138 e consultabile sul sito unece) entrerà in vigore dal 2021 e riguarderà tutte le auto di nuova costruzione.

Ma cosa succederà alle vetture col motore elettrico già immatricolate?

Con ogni probabilità su queste automobili si dovrà installare un dispositivo capace di rilevare la velocità ed emettere il suono quando questa sarà al di sotto dei 20km/h.

Se vi state chiedendo quale possa essere il suono emesso dalle “auto del futuro” sappiate che la BBC, società concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo nel Regno Unito,
ha pubblicato un tweet in cui è possibile ascoltarlo:

La nuova legge si prefigge di proteggere tutti i pedoni e i ciclisti che circolano all’interno di aree urbane.

Queste nuove norme soddisfano tutti?

Ovviamente no. Innanzitutto alcune associazioni per la tutela dei non vedenti vorrebbero che il suono venga emesso non solamente al di sotto di una certa velocità, ma sempre affinché siano facilmente riconoscibile da uomini e animali in qualunque momento.
Altri invece pensano che questo sistema possa alimentare l’inquinamento acustico rendendo le strade sempre meno confortevoli e tranquille.

Questa nuova legge però sembra voler regolamentare questo genere di mezzi di trasporto favorendone la diffusione.
Che sia l’inizio dell’era del motore elettrico?

Un saluto a tutti e…
Siate carichi!